18 aprile 2008.

fiat 500 marketing clyde.itintel contest marketing clyde.it
La tendenza dei contest creativi per azioni di Marketing sembra continuare e crescere anche in Italia. Protagonista assoluta è ancora Fiat, che aveva già usato in altre occasioni l'”arma” del contest come strategia di marketing 2.0 per coinvolgere i propri clienti e stabilire una relazione con i consumatori. Questa volta la sfida si chiama 500 Air Drive Championship: in partnership con YouTube, gli utenti sono invitati a pubblicare un video in cui cui fingere di essere al volante della famosa citycar auto dell’anno 2008. I 10 vincitori si porteranno a casa un bell’I-Pod Touch. L’altro contest è stato lanciato con mio stupore niente meno che da Intel (segno che anche i “carrozzoni” dell’Hardware si stanno dando da fare in ottica marketing non-convenzionale) e, anche se con un nome non troppo fantasioso (Intel Short Movie Contest), propone un’idea abbastanza originale: si può infatti partecipare sia come video-maker (pubblicando un proprio corto), sua come blogger (scrivendo un post che parli del Contest e inserendo un banner Intel). I vincitori potranno aggiudicasi un viaggio di 9 giorni a Taormina, PC Intel o addirittura essere gli inviati speciali al Taormina Film Fest. La cosa che non mi convince è la modalità di pubblicazione dei video, che avviene su una piattaforma proprietaria. Così facendo si limita secondo me notevolmente la viralità dei video, che, utilizzando sistemi di videosharing come YouTube o Libero Video, sarebbe garantita. Voi che ne pensate? La strategia dei contest funziona? E’ meglio una partnership tecnologica con i servizi di videosharing o utilizzare piattaforme proprie?

[tags]contest, short movie contest, intel, fiat 500, wants you, 500 air drive championship, marketing 2.0, marketing non convenzionale, creativi[/tags]