Seekame e gli incontri gratuiti: si può fare?

seekame incontri gratis social network web 2.0
Il panorama dei siti per incontri, lo sappiamo, è molto affollato: i vari Meetic, Badoo, OneMeet, Cupido fanno leva su quella che storicamente (non dimentichiamolo) sembra essere stata la miccia che ha innescato l’esplosione commerciale del Web 2.0, ovvero, conoscere persone per avviare una relazione e incontrarsi.
La maggior parte di questi siti sfrutta il bisogno (a quanto pare molto forte) di “conoscere” e l’ampiezza delle community che vengono messe a disposizione per far pagare a peso d’oro il servizio offerto. E a giudicare dal successo che ottengono, il modello di business pare sia stato, almeno finora, vincente.
L’amico Francesco Romeo mi segnala l’uscita di un servizio completamente italiano, che come tale già ci fa simpatia :-): si chiama Seekame e a quanto pare sceglie un modello diametralmente opposto, ovvero quello free. Il “Social Network per cuori solitari”, consente infatti una registrazione completamente gratuita per iniziare subito a conoscere persone e decidere se incontrarle. Da questo punto di vista l’esperimento è da apprezzare perchè lato “biz” stimola la creazione di una massa critica di utenza, lato “user” permette l’accesso ad un servizio (quello degli incontri, appunto) che altrove occorre pagare. La prima domanda provocatoria che ci si può porre subito è: “ce n’era bisogno?” e soprattutto “c’è spazio ancora?”, ma la risposta non è immediata perchè il proliferare di siti del genere dimostra che probabilmente di spazio ce n’è ancora, soprattutto se il servizio offerto è gratis. La seconda domanda è se questo modello gratuito può “stare in piedi” o meno: ma anche qui, le variabili sono molte. Occorre considerare se la dimensione di crescita di una community di questo tipo riesca o meno a invogliare potenziali advertisers, se questa è la fonte di finanziamento scelta. Oppure capire se c’è una strategia di servizi “premium” a pagamento che non è ancora stata svelata (in questo caso Seekame seguirebbe il modello “freemium“: servizi base gratuiti, servizi premium a pagamento). Mi piacerebbe saperne di più, magari avviando una discussione qui, su questi bizmodel. Al di là dell’interfaccia utente, sicuramente migliorabile e a mio giudizio da rendere più “appealing”, la community è tutta da costruire ma sembra già “attiva”, quindi facciamo un grosso in bocca al lupo ai creatori di questo nuovo Social italiano!

[tags]social network, incontri, web 2.0, conoscere, relazioni, bizmodel, business model, modelli di business [/tags]

Claudio Vaccaro

Articolo di Claudio Vaccaro

Creo aziende di successo insieme a persone che condividono la mia visione, investo in startup contribuendo alla loro crescita e trasferisco valore con i corsi che tengo nelle più importanti business school italiane.

guest
9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Marco Mattioli
12 anni fa

Ti dirò Claudio, sono perplesso. Non sul destino di Seekame, ma sulla sua ostentata connotazione 2.0.
A parte il titolo io di 2.0 non vedo proprio nulla, communities di questo tipo esistono dalla notte dei tempi del web e mi sembra che nulla sia qui cambiato, nè concettualmente, nè tecnicamente e tantomeno stilisticamente.
Niente di male per carità, ma il 2.0 dichiarato da Seekame e il suo essere “il primo social network italiano di incontri 2.0” mi regala la stessa emozione di vedere Mastella candidato in governi che si spacciano come “il nuovo che avanza”.

A dire il vero ho delle critiche da fare all’intero mondo del 2.0. Se provi a parlare ai duezeristi di cose ritenute molto 1.0 come chat e forum, ti guarderanno come si guarda il vecchio nonno sulla sedia a dondolo.
Eppure sono state il vero motore della socialità in rete per oltre un decennio. Il fattore X dei Social è stato quello di integrare quel tipo di ambienti in una struttura dati (xml) e semantica più aperta, in grado di poter offrire più libertà e portabilità dei contenuti.

Risultati eccezionali che apprezzo per primo, ma continuo a non essere d’accordo con i duezeristi doc perchè continuo a ritenere che concettualmente un vecchio “forum”, pur con carenza di servizi rss e social bookmarks, sia molto più “social” e partecipativo di un blog, che è di fatto uno strumento più aristocratico dove al popolo si lascia il contentino del commento.

Tant’è che i forum rinascono ora in altre forme, vedi Digg, con una bella e geniale verniciata, ma sostanzialmente rimangono sempre forum anche se guai a chiamarli così.

Seekame avrebbe forse bisogno (stando alle dichiarazioni in homepage) di questa bella riverniciata se vuole entrare nel mondo moderno. Ma non è detto che sia necessaria per il suo successo, secondo me esiste una fetta enorme di utenti che trovano rassicurante il modello community canonico e che non hanno interesse alcuno verso feed, social bookmarks o quant’altro. E’ il nome del dominio in questo caso a essere penalizzante, perchè abbiamo un nome che si rivolge al 2.0 e una community che si rivolge all’ 1.0 attualmente. Come la risolviamo?

Giovanni Gog
12 anni fa

Commento al commento … 🙂 di Marco, posso ?
Marco, secondo me hai scritto 1 commento interessante, xò x la sua importanza si potrebbe anche sviscerarlo meglio, magari con un bel post specifico: fai tu o faccio io ? Fai tu dai, io nn ho mai tpo … facciamo insieme ?

Claudio Vaccaro
12 anni fa

Ahah, Marco…ti sei incastrato con le tue mani: a te l’onore del prossimo post 😀

Marco Mattioli
12 anni fa

e famolo insieme 🙂
ma quali sono i punti che vorresti sviscerare in particolare?

Gio G
12 anni fa

Ops… rivedo ora dopo un pò di giorni (troppo incasinati) questo post … scusatemi.
@ Marco: ” chat e forum il vero motore della socialità in rete … un vecchio forum è molto più sociale e partecipativo di un blog, che è di fatto uno strumento più aristocratico dove al popolo si lascia il contentino del commento “.

Francesco Romeo
12 anni fa

Sono passati un paio (abbondante) di mesi, e volevo ragguagliare gli amici di socialware sugli sviluppi e sui risultati di seekame.
Innanzitutto è in parte vero, come diceva Marco, che le caratteristiche “2.0” di seekame fossero parziali, o meglio non troppo messe in evidenza; ah, io per caratteristiche “2.0” intendo quelle che caratterizzano un sito per la possibilità da parte degli utenti di generare contenuti, di filtrare e di valutare contenuti inseriti da altri utenti, e non le funzionalità AJAX o simili.
In questo seekame, con la presenza di un blog per ogni utente e con la possibilità di votare e commentare i profili a mio parere si inserisce in questo filone, come d’altronde hanno fatto anche i principali player internazionali del dating a partire dallo stesso meetic.
Venendo alle novità, permettetemi un piccolo copia/incolla di quelle recenti:
• Seekame.com è ora caratterizzato da una grafica rinnovata che semplifica la
navigazione e presenta nella pagina principale tutte le novità del sito, gli ultimi
post dei blog e gli iscritti più recenti.
• Il rinnovato calendario eventi permette allo staff e a tutti gli iscritti di
proporre eventi di vario genere, come concerti, feste ed appuntamenti; gli
eventi possono essere aperti a tutti oppure visibili solo ad alcuni iscritti, ad
esempio ad un gruppo di amici che desidera organizzare la propria attività
sociale tramite il sito. La funzione più interessante del calendario di Seekame è
però quella di consentire di segnalare la propria partecipazione certa oppure
probabile all’evento, permettendo agli altri iscritti di conoscere gli iscritti ai vari
eventi in calendario, e di tenere sott’occhio tutti gli eventi di proprio interesse.
• Invita un’amica/un amico: l’uso della funzionalità che permette di segnalare
Seekame ai propri contatti via mail è stato reso più semplice, permettendo di
caricare automaticamente i contatti dalla propria casella di email, sia quella di
Gmail o Yahoo! Mail, che quella di Outlook tramite una semplice procedura di
importazione.

Per quanto riguarda i risultati, nel nostro piccolo siamo molto soddisfatti del percorso di crescita. In mancanza di altri dati, ci siamo basati su Alexa, l’unico tool che ci permette di confrontarci con altre realtà simili, e i dati sono, consentitemi, notevoli:
Seekame.com ha beneficiato di una
rapida crescita di popolarità, scalando negli ultimi 3 mesi ben 3.560.000 posizioni nel
ranking di Alexa (http://www.alexa.com), e incrementando il traffico addirittura del
1.464%.
Mi piacerebbe riavviare il confronto sulla tematica del dating 2.0, contattatemi.

Francesco

kingk
10 anni fa

Provate anche questo: http://www.freemeeting.it/

WEB 2.0 allo stato puro nessuna pagina che si ricarica!

Mara
10 anni fa

Io ho trovato questo che è completamente gratuito e di facile utilizzo:
http://www.goojoin.com

Ciao a tutti e ancora complimentoni per il sito!!!

Mara

Moreno
Moreno
5 anni fa

Ciao mi chiamo Moreno ho 48 anni nella vita ho sofferto molto sto cercando l’amore vero quello che ti fa battere il cuore non sono bello ma so dare tanto.

© 2020 Claudio Vaccaro. All rights reserved.